domenica 20 gennaio 2019

Post Twit Accedi o iscriviti

DAI BOZZETTI AGLI SPOLVERI AGLI AFFRESCHI

DAI BOZZETTIAGLI SPOLVERI AGLI AFFRESCHI

Percorsi d’arte del XIX secolo nel Cremasco

Le due mostre rispettivamente aperte in questi giorni nei chiostri del S. Domenico e presso il Museo Civico di  Crema possono offrire al visitatore occasionale come ai  Cremaschi doc l’occasione d’avventurarsi in un piacevole excursus tra le opere dei più valenti frescanti, pittori, scenografi e quadraturisti del nostro secondo Ottocento. Il coordinamento  tra responsabili istituzionali (Strada, Solzi, Moruzzi, Facchi) e storici d’arte locali ( Alpini, Canidio, Cappelli, Zucchelli) ha così contribuito alla riscoperta e alla valorizzazione di un patrimonio artistico ancora poco conosciuto. Queste iniziative concorrono a rivolgere l’interesse verso una importante pagina della pittura moderna d’ambito locale. Infatti l’esposizione ospitata negli spazi  della Fondazione del  Teatro, con i  suoi vivaci bozzetti e i grandi spolveri, ha il pregio di avvicinarci per la prima volta alle diverse collezioni private, altrimenti precluse al grosso pubblico; la mostra dei disegni, nelle sale del Museo, porta alla luce opere poco conosciute, fino ad oggi conservate nei depositi e provenienti  dalle passate donazioni (Gussalli Brioschi, Bianchessi Foppa Pedretti). Tra gli artisti esposti primeggiano i nomi di Angelo Bacchetta (1841-1920), partito dalla formazione romantica e approdato al luminismo padano,  Eugenio Giuseppe Conti (1842-1909) in bilico tra realismo classico e stimoli protoliberty. Non mancano i nomi di artisti  conosciuti e poco conosciuti: Mario Chiodo Grandi, Luigi Manini, Pietro Ferrari, Giacomo Trecourt,  Pietro Codebue, Vespasiano Bignami.  Il programma delle successive visite guidate “sul campo”, in città e nel suo circondario, è un ulteriore suggerimento da non perdere.

Commenti

2 risposte a “DAI BOZZETTI AGLI SPOLVERI AGLI AFFRESCHI”

  1. I tuoi contributi colmano un settore di grande importanza nella vita del blog: quello delle arti figurative. Non ne sono cultore, ma ne riconosco la fondamentale importanza, in quanto fra le prime arti che non ha mai smesso di accompagnare l’uomo nel suo viaggio, dalla preistoria a oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi commenti

Ultimi twit

Ultimi post

Blog, Società, Sport

Sempre con noi

Giorgio Cardile

12/01/2019

4 Commenti

Leggi »

CONTRIBUTI E COMMENTI

Puoi segnalare una situazione critica, avanzare una proposta, dare il via a un dibattito. Il tema è completamente libero e ciò che conta è che abbia un interesse collettivo; puoi anche postare una storia significativa, una recensione di un libro o di un film, una produzione letterario-artistica, un’immagine-simbolo, un video. Clicca su "Post" o su "Twit" in alto a destra (devi essere registrato) per partecipare alla discussione.

Puoi commentare se sei registrato (consigliato) oppure indicando nome ed email nei campi previsti.

Contatti: redazione@cremascolta.it

Seguici su facebook

designed by Mattia Bressanelli