Una desolante storia (vera!) italiana

.... chi governa chi e che cosa .... - Francesco Torrisi Argomenti Nazionali

 ….siamo proprio “alla frutta” (peraltro fracida e immangiabile) !

Questi i fatti ( e, vi assicuro, mettendoci la faccia, niente “fake”!):

  • Dopo anni e anni di osservazioni, opposizioni da parte della Associazioni Ambientaliste (FAI, Italia Nostra, Lega Ambiente, WWF), ai “Piani Cave” provinciali (CR) che non tutelavano il Geosito “PIANALTO DELLA MELOTTA” rispetto alle attività di cavazione, il 13.3.2017, tramite idoneo Avvocato, le Associazioni Ambientaliste si trovavano costrette ad adire all'ultima estrema ratio di RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO, Contro Regione Lombardia e Provincia di Cremona e nei confronti di Fornaci Laterizi Danesi SPA, per (in sintesi) l' ANNULLAMENTO delle Deliberazioni dei due Enti relative all'ultimo “Piano Cave” che appunto non tutelava il Geosito (peraltro individuato come “Geosito” dalla stessa Regione!) “PIANALTO DELLA MELOTTA” .

  • Su analogo parere del CONSIGLIO DI STATO (espresso nella sua adunanza del 9 novembre 2016) il 3 luglio 2017 il Presidente della Repubblica, Decretava l'accoglimento del Ricorso ed annullava integralmente gli atti impugnati dalle Associazioni Ambientaliste ricorrenti.

 La Sentenza ed il Decreto rappresentavano una vittoria storica della Associazioni Ambientaliste che riconosceva e premiava il loro impegno e buon diritto a tutela dell'ambente, del paesaggio e della storia del nostro territorio.

 Ad ogni cittadino dotato di buon senso e di rispetto delle Istituzioni democratiche della Repubblica, un Decreto del Presidente della Repubblica non poteva che apparire come conclusivo a definire cosa poteva e non poteva essere fatto rispetto alla tutela del Geosito Pianalto della Melotta.

  Io faccio parte di quel gruppo di Cittadini (di buon senso e rispettosi delle istituzioni) e conseguentemente, quando mi è giunta la notizia che riporto di seguito, ho trasecolato:

  • Il Comune di Soncino con Deliberazione della Giunta Comunale n° 138 del 26.09.2017 incaricava suo Avvocato di fiducia (con spesa prevista relativa di 3.200 € a carico dei cittadini) di “…. proporre ricorso dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia al fine di vedere annullato il suddetto decreto del Presidente della repubblica ….”

    Allora ricapitolando: una Giunta Comunale (di uno dei circa ottomila Comuni del “buffo stivale) a fronte di un Decreto del Presidente della Repubblica, espresso su analogo Parere del Consiglio di Stato, decide di Ricorrere ad un Tribunale Amministrativo Regionale per annullare tale Decreto !!!!

    Cheddire ? ….”repubblica delle banane” ?!?

    .che sconforto!!!!

 

 

 

 

 

Comments (6)

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.