Ma chi “comanda” in Piazza Garibaldi?

... flic, bobby, ghisa, kosa essere?... . Frà Cassato Crema

 C'è una ragione plausibile perchè Piazza Garibaldi, senza dubbio la Piazza più “pasticciata” quanto a commistione traffico auto/moto/bici- pedoni-veicoli in sosta, non venga “presidiata” come si deve da un Vigile che se ne occupi? (per di più, mentre i vigili ....latitano, gli "sceriffi" degli spazi blù, quelli ci sono come Stackanov e, paradossalmente, non ....facilita!)

Che faccia applicare quanto gli enne segnali stradali, su cartello o per terra, tanto stentoreamente quanto ….improbabilmente, imporrebbero, essendo invece puntualmente disattesi.

Che consigli, richiami, sanzioni chi, sedendo al volante si ritiene “padrone della piazza”.

Che testimoni la volontà di avere per davvero una “città a misura d'uomo/donna” (frase tanto cara a chi si candida alle “Comunali” e che poi ….dimentica cammin facendo!

Io un sospetto malizioso ce l'avrei: non è che non si vuole “dispiacere” a qualche commerciante che “conta”? Che non si vuole pizzicare qualche “sciura” abituata al “parcheggio dove capita”, magari sulle strisce, purchè sia vicino al negozio o alla banca?

Come si dice “suspetà l'è pecat, però....

Se non si innescano “azioni virtuose” (e “scomode” elettoralmente) a inizio mandato ….

Comments (12)

  • PIERO CARELLI

    PIERO CARELLI

    06 Ottobre 2017 at 22:42 |
    Quello dei vigili che... non vigilano, alias Franco, è uno dei tuoi cavalli di battaglia e fai bene.
    Piazza Garibaldi (la frequento spesso) è proprio una piazza che andrebbe controllata: pensiamo solo a quante macchine ancora oggi lasciano acceso il motore per una sosta.

    Ma andrebbe pure (un'utopia?) liberata dalle stesse macchine: piazza Garibaldi non è l'ingresso nella città da chi arriva da Porta Serio?
    Che benvenuto diamo noi ai forestieri che arrivano, ma anche alle tante persone del nostro territorio che giungono in città da questa parte?

    Ricordo che la questione è posta da almeno una ventina d'anni.
    E' proprio vero, allora, che non si vuole perdere i voti dei commercianti?
  • Adriano Tango

    Adriano Tango

    07 Ottobre 2017 at 15:01 |
    I scoperti tardivamente i dieci minuti di sosta di cortesia gratuita ho risolto i miei problemi di farmacia ed eliografia.
    II e se fra i mille cavalli di battaglia ci inserissimo realmente nei programmi di calo del traffico e della sosta che spero vedrà Milano protagonista in meno di un decennio, con i noti accorgimenti di rivoluzione dell'uso individuale della macchina? Partire da una navetta elettrica o a metano a circuito continuo circumvallazionale no? Una schiacciatina all'acceleratore, ma quello gestionale! Cremascolta ma parla anche, sia pur con voce mai minacciosa, per sua scelta, ma non si può mai sapere…
  • Francesco T

    Francesco T

    09 Ottobre 2017 at 00:18 |
    ....cominciamo almeno a togliere le macchine dai ....passaggi pedonali!!!!
    • Adriano Tango

      Adriano Tango

      09 Ottobre 2017 at 07:15 |
      Ribadisco: qualcuno è capace a fare una previsione costi/benefici e itinerario di una navetta elettrica a moto perpetuo periurbano?
  • cremAvvenimenti

    cremAvvenimenti

    09 Ottobre 2017 at 22:39 |
    Due considerazioni. Ma siamo sicuri che tutti i commercianti abbiano diritto di voto a Crema? E se rispolverassimo una vecchia idea della giunta Ceravolo? Chiusura parziale della piazza alle autovetture. Da Garibaldi in poi, pedonalizzazione.
    • Adriano Tango

      Adriano Tango

      10 Ottobre 2017 at 07:17 |
      Questa mi piace, ma i commerciantti fanno facilmente causa per queste cose: sì, causa al Comune. Ce n'è almeno una già in corso pr una limitazione del genere, un smeplice senso unico che snellirebbe molto il traffico spesso bloccato ai camion fornitori di un supermercato. a questo e altri esempi se ne educe la potenza. Ben diverso se ci fosse la navetta a rotazione contina e quell'area fosse pemeabile a questo solo veicolo.
      • RITA R

        RITA R

        10 Ottobre 2017 at 08:53 |
        Difatti l'ex-distributore, oggi cantiere e futuro ennesimo bar, sarebbe stato perfetto come stazione- navette e mi dispiace che l'amministrazione comunale - succube come nel resto d'Italia delle associazioni commercianti - non abbia voluto fare questo "scatto di qualita'". Che poi, qualcuno mi deve spiegare cosa gliene viene ai commercianti delle macchine in centro, anche in considerazione del fatto che il costo troppo elevato dei parcheggi ha fatto si che questi siano spesso vuoti. Parlo da consumatore: non e' piu' bello fare shopping a piedi, possibilmente respirando meno polveri sottili?
        • .graziano  calzi

          .graziano calzi

          10 Ottobre 2017 at 14:17 |
          Nano polveri ?...S'infilano ovunque; solo un velo di sudore aiuta a liberarsene.
          Quindi...Forza..."Scarp de tennis " ,affrettando il passo lento.
          • RITA R

            RITA R

            10 Ottobre 2017 at 16:42 |
            Parlavo appunto da camminatrice convinta che respira le polveri altrui.
        • Adriano Tango

          Adriano Tango

          10 Ottobre 2017 at 15:39 |
          Ma era un progetto Cemascolta! Con tanto di colonnine per la ricarica elettriche e un centro acquisti bici, bici elettriche...
          vero, quqlcosa succee, ma perdiamo addirittura l'ombra del riflesso del ricordo: gazie per la memori.
          • Adriano Tango

            Adriano Tango

            10 Ottobre 2017 at 15:56 |
            E prima o poi, a fine frenesia adolescenziale, impareò a rileggere, e magari cambierò la tastiera
  • Francesco T

    Francesco T

    10 Ottobre 2017 at 00:39 |
    ....due considerazione che varrebbe la pena di approfondire. Così come sono state poste sono un pochetto ....criptiche (almeno per me!).
    Mr CREMAVVENIMENTI, provi a .... entrarci dentro?

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.