menu

GIORGIO CINCIRIPINI

Dalla Russia: raccomandazioni per l’uso del pc degli studenti, a casa

ecco una nuova raccomandazione per l’uso dei computer da parte dei bambini a casa – dell’istituto di igiene per i bambini (Ministero della salute RUSSO¬†) e RusCNIRP insieme, √® stato pubblicato il 25 marzo   SICUREZZA AMBIENTALE DIGITALE: APPRENDIMENTO A DISTANZA PER I MINORI DI 18 ANNI Le raccomandazioni sull’organizzazione dell’apprendimento a distanza a casa

ecco una nuova raccomandazione per l’uso dei computer da parte dei bambini a casa – dell’istituto di igiene per i bambini (Ministero della salute RUSSO¬†) e RusCNIRP insieme, √® stato pubblicato il 25 marzo

 

SICUREZZA AMBIENTALE DIGITALE: APPRENDIMENTO A DISTANZA PER I MINORI DI 18 ANNI

Le raccomandazioni sull’organizzazione dell’apprendimento a distanza a casa con una limitazione temporanea della frequenza scolastica sono rivolte ai bambini e ai loro genitori, ai nonni e a tutti coloro che aiutano i bambini a studiare a casa utilizzando le tecnologie digitali durante il periodo del curriculum obbligatorio a scuola e altre istituzioni educative.

1. Per l’uso del pc di minori di 18 anni a casa in modalit√† apprendimento a distanza, si consiglia di utilizzare principalmente personal computer e laptop collegati a Internet tramite una rete cablata. Quando si utilizza una rete wireless, la distanza dal punto WiFi al luogo di lavoro dovrebbe essere di almeno¬†5 metri.

2. La tastiera del computer (laptop) deve essere disinfettata con un antisettico ogni giorno prima di iniziare il lavoro. Il monitor deve anche essere trattato con un agente antisettico dal posto di lavoro.

3. Prima di usare la tastiera, lavarsi le¬†mani¬†sia del bambino che dell’adulto che lo aiuta.

4. Per ridurre il rischio di disturbi visivi e disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico, √® necessario fornire a un bambino che lavora al computer (laptop) un posto di lavoro conveniente (l’altezza del tavolo e della sedia deve corrispondere all’altezza del bambino ), per escludere l’illuminazione dello schermo del monitor.

5. La fonte di luce principale sul posto di lavoro del bambino dovrebbe trovarsi sul lato dello schermo (non dietro lo schermo e non dal retro della persona che lavora con lo schermo). La luminosità della sorgente dovrebbe corrispondere approssimativamente alla luminosità dello schermo.

6. L’uso di¬†tablet¬†per l’apprendimento a distanza a casa √® accettabile per gli adolescenti di et√† superiore ai¬†15 anni. Prima di utilizzare il tablet, √® necessario lavarsi le mani e pulire lo schermo con un disinfettante (asciugamano bagnato). La posizione del punto WiFi dovrebbe essere ad almeno¬†5 m¬†dal posto di lavoro dello studente. Il tablet √® posizionato sul tavolo su un supporto con un angolo di 30 ¬į, la distanza dallo schermo agli occhi della pupilla √® di almeno 50 cm. √ą necessario escludere di lavorare con un laptop o un tablet in grembo, nelle mani, sdraiati e simili.

7. Per tutte le fasce d’et√† fino a 18 anni, √® necessario¬†escludere completamente l’uso degli smartphone¬†a scopi didattici (lettura, ricerca di informazioni)

8. Per tutte le categorie di età per la lettura e il completamento di attività, si consiglia di utilizzare principalmente libri ordinari, quaderni.

9. I bambini di et√†¬†inferiore a 6 anni¬†devono escludere completamente l’uso di qualsiasi attrezzatura informatica a scopi educativi a casa.

10. Si raccomanda ai bambini di et√† compresa tra¬†6 e 12¬†anni di ridurre al minimo l’uso delle apparecchiature informatiche a scopi educativi a casa. Se √® necessario utilizzarlo, la durata totale di tutti i tipi di attivit√† sullo schermo per i bambini di questa fascia d’et√†¬†non deve superare le 2 ore¬†al giorno (inclusa la visione della TV). L’orario delle lezioni dovrebbe basarsi su un orario da uno a tre per le et√† dai 6 agli 8 anni (per ogni 10 minuti di lavoro 30 minuti di riposo) e da uno a due per le et√† oltre gli 8 e fino a 12 anni (per ogni 10 minuti di lavoro – 20 minuti di riposo).

11. Per i bambini di et√† compresa tra¬†12 e 18 anni,¬†si consiglia la seguente modalit√† di utilizzo delle apparecchiature informatiche: ‚Äúda una a due‚ÄĚ per et√† superiori a 12 anni e fino a 15 anni (per ogni 30 minuti di lavoro – 60 minuti di riposo) e “Uno a uno” per i bambini di et√† superiore ai 15 anni e fino a 18 anni (per ogni 45 minuti di lavoro – 45 minuti di riposo). La durata totale di tutti i tipi di attivit√† sullo schermo per i bambini di questa fascia d’et√†, compresa la visione della TV, non deve superare 3,5‚Äď4 ore al giorno.

12. Per la prevenzione dell’affaticamento visivo, √® necessario eseguire la¬†ginnastica per gli occhi¬†durante la pausa, per la prevenzione dell’affaticamento generale – un riscaldamento (inclinazioni, curve del corpo, squat, ecc.)

13. Se necessario, utilizzare le cuffie dovrebbe limitare il loro uso continuo: non pi√Ļ di un’ora a un volume non superiore al 60%.

14. √ą necessario¬†ventilare¬†la stanza in cui si svolgono le lezioni, prima dell’inizio delle lezioni (almeno 15 minuti) e dopo ogni ora di lavoro.

15. Non utilizzare tablet e smartphone per scopi didattici all’aperto (nel parco, nel parco giochi e in luoghi simili).

Le raccomandazioni si basano sui dati del programma di studi multicentrici per garantire la sicurezza della salute dei bambini ŐÜ tecnologie educative digitali, materiali dell’Istituto di ricerca scientifica per l’igiene e la salute dei bambini ‚ÄúNRCM of Children’s Health‚ÄĚ e il Comitato nazionale russo per la protezione dai non Radiazioni ionizzanti, oltre a utilizzare le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanit√† e le migliori pratiche mondiali in materia di igiene di un ambiente educativo digitale per bambini.
V.R. Kuchma
Membro corrispondente dell’Accademia delle scienze russa, capo del programma di ricerca multicentrica per garantire la sicurezza per le tecnologie educative digitali per la salute dei bambinń≠, direttore dell’Istituto di ricerca per l’igiene e la salute dei bambini FGAU ‚ÄúNationalŐÜ MedicalŐÜ Research Center‚ÄĚ Salute dei bambinń≠ ¬ĽMinistero della sanit√† della Federazione Russa
O.A. Grigoryev

GIORGIO CINCIRIPINI

27 Mar 2020 in Ambiente

3 commenti

Commenti

  • Ecco perch√© il futuro si chiama Eurasia.
    L’Occidente non ci arriverebbe mai, il guadagno prima di tutto.

  • Queste raccomandazioni sannno di lunga permanenza in stadio di assedio Giorgio! E sia, eravamo abituati troppo bene, o troppo ottimisticamente. In tutto c’√® un’etica, anche nell’informatica.

  • Sono indicazioni in sintonia con quanto ci ha ha detto, nel nostro corso sulla Green Economy, la dott. Fiorella Belpoggi (talora bersagliata in Italia per il suo presunto… terrorismo psicologico).

Scrivi qui la risposta a Piero Carelli

Annulla risposta

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sui nostri contenuti