menu

EBOOK EDITOR

Angioletti e diavolacci – Adriano Tango

Autore:

Anno:
Edizione:

Una nuova edizione, ampliata e rivista, della raccolta novellistica “Angioletti e diavolacci” Perché  rieditare un lavoro già  fatto? Innanzitutto perché su una raccolta di storie dovrebbe esserci sempre impresso il marchio “lavori in corso”. Anche un romanzo, o un saggio, si rimaneggiano più volte, chiaro, ma poi ci si pone un punto fermo. La novellistica

Una nuova edizione, ampliata e rivista, della raccolta novellistica “Angioletti e diavolacci”

Perché  rieditare un lavoro già  fatto?

Innanzitutto perché su una raccolta di storie dovrebbe esserci sempre impresso il marchio “lavori in corso”. Anche un romanzo, o un saggio, si rimaneggiano più volte, chiaro, ma poi ci si pone un punto fermo.

La novellistica invece è fluida per definizione, in quanto raccolta di storie, nate da suggestioni istantanee, e poi le storie non finiscono mai.

E infatti il numero è aumentato, e non mi chiedete di quante: ora sono venti, prima erano di meno. La novella si scrive, e, come le ciliegie, una tira l’altra, non si sta tanto a pensarci su, altrimenti si appannano. Ma si amano comunque tanto quanto le storie più articolate e complesse. e forse di più, perché nella novella è più difficile nascondere quella quota autobiografica che sempre l’autore esprime, ed è qui che perde il pudore, si mette a nudo.

Ma c’è dell’altro. Un caro amico, scrittore per Cremascolta, Matteo Patrini, autore di “Crema – breve guida pratica”, mi ha fatto un appunto: perché dissimuli i luoghi di ambientazione di queste novelle, quando io, da Cremasco, sia pur residente estero, riconosco perfettamente tanti scorci di Crema? Fallo per la mia città, che mi manca tanto, e che voglio sia apprezzata nel mondo, restituisci alle tue storie le ambientazioni originarie, così come le hai sentite nel loro nascere!

Non so perché io tenda ad obliterare i luoghi, una forma di riservatezza, ma ho deciso che aveva ragione, e di accontentarlo, e rivelare anche tutti gli altri posti, pieni di significato nella mia vita, dove diverse storie sono state pensate.

E infine il terzo motivo: quella copertina era proprio brutta! Disegno sempre personalmente, o traggo da mie fotografie, le copertine dei miei libri, il logo di Associazioni ed Eventi a cui do vita, e quella i era uscita proprio male! Così, visto che eravamo in fase di work in progress, l’ho cambiata.

E infine, perché pubblicare la raccolta proprio ora? Ma perché la novellistica è la migliore lettura da ombrellone!

Potete trasferirle su un qualsiasi supporto informatico, o fare una stampata dal PDF; e non è necessario proprio l’ombrellone, va bene anche un tavolino al bar in un paese di montagna, o la splendida comoda poltrona di casa propria, in una della città turisticamente più appetibili d’Italia: Crema

Scarica la versione PDF, MOBI, EPUB, AZW3

EBOOK EDITOR

10 Gen in

1 commento

Commenti

  • Fra tante novelle lo scrittore ha sempre un racconto preferito,
    ,,,,,,,,,,,,Quale ?

Scrivi qui la risposta a graziano calzi

Annulla risposta

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sui nostri contenuti