menu

ADRIANO TANGO

Volevate il treno nuovo?

In the land of make believe I sogni si avverano! No! non sono state inutili le riunioni, tavole rotonde, la conferenza stampa alle cinque del mattino in stazione, i tanti post e risposte su Cremascolta… D’incanto, regalo domenicale, spunta il treno nuovo che volevamo, nuovo di zecca! Ma, ma… questo è un trasporto su gomma,

In the land of make believe I sogni si avverano! No! non sono state inutili le riunioni, tavole rotonde, la conferenza stampa alle cinque del mattino in stazione, i tanti post e risposte su Cremascolta…

D’incanto, regalo domenicale, spunta il treno nuovo che volevamo, nuovo di zecca!

Ma, ma… questo è un trasporto su gomma, non su ferro, e poi gira a vuoto in città, Milano è ancora lontana come la terra promessa, con i caduti in itinere connessi. E sì, un premio da bambini capricciosi, un trenino turistico, e solo per motivi commercial-pubblicitari, e per un solo giorno. Coraggio, che sia una prima goccia che anticipa la pioggia? Rimboccar le maniche, anche se mani e braccia sono già scorticate.

E poi, con le bellezze e storia di Crema e stretto circondario, toc-toc Proloco e Assessore alla Cultura – Turismo, uno permanente che porta in giro i turisti, ma anche chi solo si deve spostare per spese da un polo all’altro della città e soffre di “piedi dolci”, o vuol far fare il giretto domenicale ai bambini non sarebbe una bella idea? Promuoviti che Dio ti promuove!

ADRIANO TANGO

01 Ott 2018 in La città

4 commenti

Commenti

  • ….ma checcarino! L’ho visto anch’io fermo col motore acceso alla “stazione” di Piazza Garibaldi.
    Ma, correggetimi se sbaglio, mi pare che sia mosso da un motore a scoppio (con gas di scarico relativi), forse non è il massimo per muoversi in area di centro storico, magari pedonale.
    Un bel motore elettrico no? Magari si può farlo andare anche con la …..prolunga!!!

    • In effetti è un trattore, ma, in Norvegia d esempio, erano solo elettrici, come elettriche sono le barche turistiche a Ginevra. Tu che sei Ing Mec. facciamo un censimento, anzi un’interogazione, delle colonnine di ricarica previste e il trenino potrebbe essere il primo fruitore. Non solo turistico, ma utile per far la spesa o girare per uffici, a circuito fisso per abbonamento simbolico residenti, e turisti a biglietto informatizzato. A Montpeller ce ne sono dieci senza conducente! Futurati cheDio ti futura!

  • Ti ….faccio il verso, Adriano: Presentati cheDio ti presenta!
    Nel senso che l’impressione è che, giusto “al presente”, in Città si faccia si molto “arrosto” (pure troppo direi, con questo street food a go-go) e in parallelo continui, anzi aumenti il “fumo” (non fraintendete, niente “mariagiovanna” o simili, per l’amordiddio!) quello delle macchine, magari ferme col motore acceso (d’estate per l’aria condizionata e d’inverno per il riscaldamento), quello dei mezzi di trasporto che di elettrico ci hanno solo i ….fari, ed ora, tanto per gradire, anche il trenino tu/tu/tu, ma di ciclabili, di piano viabilità cittadino, non se ne parla!
    Una città SMART solo per le auto? Buchi per terra, con le trasmittenti, e l'”app” per trovare i park liberi in centro e mai un vigile per dissuadere i pirati che dei divieti, dei limiti, delle “zone 30” se ne fanno un baffo! Quello si.
    Tutto questo fa parte di “CREMA VENTIVENTI”?
    A ta ma la kuntet soave……

  • e ma noi che ci stiamo a fare’ i pungolo siamo noi! niente maiuscole, con un dito scrivo e con la sinistra tengo il cell… sai, noi penzionati fncazzisti…
    scherzi a parte focalizziamo e facciamo l’altra faccia di cremascolta!

Scrivi qui il commento

Commentare è libero (non serve registrarsi)

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sui nostri contenuti