menu

CAMILLA CERVI

“Le missioni su Marte”

“LE MISSIONI SU MARTE” Il prossimo incontro organizzato dall’associazione Ipazia ci farà dirigere lo sguardo non solo verso il nostro satellite naturale, la Luna, ma soprattutto verso il pianeta più simile al nostro, Marte, il cosiddetto pianeta rosso. Venerdì 16 novembre alle ore 21, presso la sala Pietro da Cemmo del Centro Culturale Sant’Agostino di

“LE MISSIONI SU MARTE”

Il prossimo incontro organizzato dall’associazione Ipazia ci farà dirigere lo sguardo non solo verso il nostro satellite naturale, la Luna, ma soprattutto verso il pianeta più simile al nostro, Marte, il cosiddetto pianeta rosso.

Venerdì 16 novembre alle ore 21, presso la sala Pietro da Cemmo del Centro Culturale Sant’Agostino di Crema, Giovanni Caprara, editorialista scientifico del Corriere della Sera e autore di numerosi libri sull’esplorazione spaziale (l’ultimo è “Rosso Marte”) ci condurrà alla scoperta delle nuove prospettive scientifiche, tecnologiche e industriali che vedono l’Italia impegnata in prima linea.

Siamo alle porte di un rinascimento spaziale. Ora la Luna e Marte sono le mete dichiarate dell’esplorazione umana, con date precise: Luna 2025 e Marte 2035/40. Tutte le agenzie spaziali mondiali, a partire dalla NASA, stanno lavorando a questo obiettivo. Dalla Cina alla Russia, dal Giappone all’India e all’Europa, tutte le grandi nazioni sono coinvolte con una nuova logica, che interessa personalità dei settori pubblico e privato, come Elon Musk, fondatore di Space X, al fine di costruire una colonia lunare e poi una marziana. Anche l’Agenzia spaziale italiana (ASI) è impegnata nella nuova frontiera. L’Italia, infatti, è all’opera nella costruzione di parte dell’astronave Orion della NASA, che volerà per la prima volta l’anno prossimo verso la Luna, in una missione senza astronauti, per collaudare il grande razzo SLS e l’astronave. Ma il passo intermedio sarà la realizzazione di una stazione spaziale in orbita lunare che avrà due scopi: gestire sbarchi di rover automatiche sulla superficie lunare per studiarla in dettaglio, indagando le risorse per poi preparare l’insediamento di una futura colonia permanente; servire da stazione di rilancio verso navigazioni più profonde nello spazio, e la prima meta sarà proprio il Pianeta Rosso. Intanto, al centro ESA di Colonia – dove si preparano gli astronauti – nasce il Moon Village, per dare il via all’addestramento mirato allo sbarco sul nostro satellite naturale.

L’invito a partecipare è aperto a tutti.

Camilla Cervi

Presidente dell’associazione Ipazia

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }a:link { }

CAMILLA CERVI

07 Nov 2018 in Comunicato Stampa

0 commenti

Commenti

    Non ci sono ancora commenti, comincia tu la discussione

Scrivi qui il commento

Commentare è libero (non serve registrarsi)

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sui nostri contenuti